venerdì 27 novembre 2009

Lucilla Birra Artigianale Rossa


Abbiamo trovato pochissime informazioni riguardante questa birra artigianale (?) Lucilla reperibile in diversi supermercati in versione rossa e bionda. Le note sull’etichetta rimandano ad una produzione ed imbottigliamento negli stabilimenti di San Marino e Pesaro che corrisponderebbero a quelli della birra Amarcord. Anche le similitudini di etichetta ed art work sono evidenti. Possiamo dunque ipotizzare che si tratti di un prodotto Amarcord “low cost” (ma non troppo, se comparato alla linea di prodotti principale) distribuito con nome diverso. Lucilla è una ale in stile belga a doppio malto, con gradazione alcolica 6.5%; si dovrebbe confrontare con “La Putena”, analogo prodotto distribuito a marchio Amarcord. Colore rame, chiara, di corpo un po' troppo leggero ed acquoso. Aroma e gusto sono dominati dal caramello e dal malto tostato, bassa carbonazione. Forse leggermente migliore di una birra standard da supermercato. A parte questo, niente di entusiasmante.

Ops.. we did it again:  clicca qui per Lucilla La Rossa, bevuta tre anni dopo, novembre 2012 !

37 commenti:

  1. personalmente la trovo una birra molto più che discreta, considerando il prezzo e le altre birre presenti al supermercato con le quali non c'è confronto!

    RispondiElimina
  2. Definirla leggermente migliore di una birra standard da supermercato mi sembra ingiusto. Non sarà al pari di birre di alta gamma, ma sicuramente è un gradino sopra le birre in bottiglia vendute nei centri commerciali e a volte più "famose". Io personalmente ho provato la rossa doppio malto e la considero un'ottima birra. Questa recensione mi sembra sofra un pò troppo del fatto che questa birra si trovi nei discount e per questo debba essere di bassa qualità.

    RispondiElimina
  3. il rapporto qualità prezzo è il migliore.

    RispondiElimina
  4. Ho provato in questi giorni la rossa doppio malto, molto buona retro gusto caramellato.. Ottimo rapporto Qualità/Prezzo

    Quoto

    RispondiElimina
  5. la birra è prodotta ad Apecchio (e quindi non è vero che non vi è scritto) poi di gradazione alcolica riporta 8 gradi e non 6,5,comunque è alla pari con altre piu blasonate, gli darei un bel 6,5.

    RispondiElimina
  6. è una birra onesta con un occhio alla confezione ,io gli darei un 7 per l'impegno e anche per il gusto morbido della birra.


    Elia.

    RispondiElimina
  7. a me piace, e il gusto personale alla fine è quello che conta...no?
    buona birra a tutti!

    RispondiElimina
  8. NON MI SEMBRA IL MASSIMO COME BIRRA, MA LA BOTTIGLIA E' OTTIMA PER IMBOTTIGLIARE BIRRA FATTA IN CASA

    RispondiElimina
  9. francamente per essere una rossa italica come voto 7 per me ci sta' tutto

    RispondiElimina
  10. Segnalo che la stessa birra si trova anche con etichetta "Tosca", sempre prodotta ad Apecchio!

    RispondiElimina
  11. La sto bevendo ora ora....e ....a me mi piace

    RispondiElimina
  12. "Lucilla la Rossa" è una birra prodotta dal nuovo birrificio Amarcord inaugurato a Apecchio (Pesaro-Urbino)il 30 maggio 2009. Viene prodotta per la Target 2000 con sede a Riccione. Ottima birra da meditazione.
    Ciao da Paolo e Monica
    Birrofila Triestina.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. birra da meditazione come no
      dovreste meditare sulla vostra incompetenza piuttosto che spacciarvi come promotori della cultura brassicola
      ma per favore

      Elimina
  13. "rossa italica" che stile sarebbe?

    RispondiElimina
  14. "rossa italica" è bellssimo, fa pensare a Milva...
    Quasi meglio della "bionda nazionale".
    Con 1502 visualizzazioni il post sulla Lucilla è di gran lunga il più gettonato di tutto il blog.

    E dimentichiamoci della Rocherfort 10, la birra da meditazione per eccellenza potrebbe essere lei, Lucilla !

    RispondiElimina
  15. Trovata oggi al discount la Tosca (che mi pare di capire è la gemella della Lucille...). Cercavo qualche info in rete, ma non mi aspettavo di incappare in cotanta discussione. Ora assaggio e dico la mia.

    Cristiano

    RispondiElimina
  16. Ho assaggiato la "presunta" birra artiginale Tosca prodotta nello stesso stabilimento della Lucilla e reperibile nei discount, come gusto è sicuramente migliore di una birra standard da supermercato (come Peroni, Heineken, Moretti, ecc). voto 7,5

    RispondiElimina
  17. Lucilla la rossa? Discreta e piacevole. Lucilllaaaa!!

    RispondiElimina
  18. ho provato questa birra acquistata in un discount al coso di 1,99 euro e devo dire che ne comprero' ancora, non c'e paragone con le perono, moretti, heineken etcc. e' decisamente molto piu buona ahhhhh che bevuta !!

    RispondiElimina
  19. Popolo della Lucilla, unisciti!!

    RispondiElimina
  20. E' ottima e poi quello che conta e' il prezzo perche a questa qualita nn e' facile da trovarsi e poi che se ne frega se e' o non e' artigianale l'importante che ha sodisfatto il mio palato poi per il resto e' zero

    RispondiElimina
  21. posso dire che voi di birre forse non capite molto. è una birra prodotta con bassi standard di qualità. confratatela con altre rosse prima, poi che il prezzo sia economico non si discute, rispecchia la qualità della birra stessa.

    RispondiElimina
  22. la birra sarà anche buona... è il nome che fa cagare!!!

    RispondiElimina
  23. Ho provato questa birra, comprata in un discount di Torino. L'etichetta si riferisce alla birra "Tosca", ma è praticamente uguale a quella della foto qui pubblicata. Io l'ho trovata veramente molto buona! rispecchia le mie preferenze: buon sapore maltato, pastosa, grado di amaro piacevole, senza fastidiose bollicine teutoniche... Non mi definisco un "intenditore", ma sono veramente deliziato da questa birra, che non ha nulla da invidiare a quelle inglesi o scozzesi. Possiamo essere grati a questa azienda italiana. Basta con questa nostra esterofilia! Viva l'Italia e l'operosità di noi italiani!!!!

    RispondiElimina
  24. In che supermercati l'avete trovata?

    RispondiElimina
  25. Roma, discount Tuodì, con nome Tosca, appena bevuta.... domani la ricompro!!

    RispondiElimina
  26. TROPPO BUONA, A ME PIACE TANTISSIMO

    RispondiElimina
  27. incredibile davvero.
    mai visti cosi' tanti commenti spudoratamente di parte e totalmente ignoranti dal punto di vista della conoscenza dell'argomento e pieni di luoghi comuni in un blog di alto livello.
    la cosa lascia molto più di un sospetto.
    interessante anche il commento di un'associazione che dichiara di perseguire la cultura e l'informazione in fatto di birra ma dando un'occhiata alle faq sul sito ci si rende conto della totale estraneità all'argomento brassicolo.
    ma siamo in Italia e tutti si sentono autorizzati a proclamarsi esperti e a dare giudizi su di un prodotto molto mediocre pur non essendone in grado.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con 3169 visite questo è il post più gettonato di tutto il blog. ho deciso che a novembre festeggerò il secondo anniversario di Lucilla stappandone un'altra bottiglia. E' già in cantina a maturare, essendo una birra "da meditazione" dovrebbe evolvere e migliorare più o meno come una Rochefort 10...

      Elimina
    2. Sì vede che enferdore proclamandosi intenditore di birra nonché mastro birraio può giudicare questa mediocre e di scarso valore.

      Poi magari al sabato va in giro con la maglietta del haineken (tarocca) e si sente figo

      Elimina
  28. Ho appena provato la Tosca, è totalmente insipida come una qualunque birra industriale italiana. Un tedesco non ci si farebbe neanche gargarismi!

    RispondiElimina
  29. ragazzi..dite quello che volete..costa poco ma per me vale tanto...la rossa in particolare e' una signora birra

    RispondiElimina
  30. A parte che non esiste una definizione legale dei requisiti per definire artigianale una birra. La Lucilla non è male ma .......guardate fra gli ingredienti, troverete lo zucchero. Chi produce birra sa benissimo che lo zucchero è un ingrediente moooolto più economico del malto. Un esempio? Potete fare una birra con 1,5kg di estratto malto+1kg di zucchero oppure con 3kg di estratto di malto. Otterrete la stessa quantità di birra ma con gusto, corpo e qualità lontane anni luce. Il malto costa 10 volte lo zucchero!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  31. birra dal saapore un pò dolce e forse anche con un alta concentrazione di acqua i gusti sono gradevoli anche per il prezzo a cui viene commercializzata

    RispondiElimina
  32. Ti sei risposto da solo... 10 volte un prezzo superiore appunto

    RispondiElimina
  33. Ti sei risposto da solo... 10 volte un prezzo superiore appunto

    RispondiElimina
  34. Ti sei risposto da solo... 10 volte un prezzo superiore appunto

    RispondiElimina