giovedì 10 dicembre 2015

Blaugies La Moneuse Speciale Noel

Inauguriamo la stagione delle birre natalizie 2015 con la birra delle festività prodotta dalla Brasserie des Blaugies, attiva dal 1988 nell’omonima località ad un ventina di chilometri a sud di Mons, in prossimità del confine francese. Da qualche anno i due ex-insegnanti e fondatori Pierre-Alex Carlier e la moglie Marie-Robert Pourtois hanno passato il testimone ai figli Kevin (birrificio) e Cedric (l’annesso ristorante Forquet). 
In quasi trent’anni d’attività  a Blaugies sono state realizzate sette birre sette, concentrandosi sul necessario e tralasciando il superfluo, con l’unica eccezione di una collaborazione con il “fan” Shaun  Hill del birrificio american Hill Farmstead: un’ottima (ma volendo superflua) variazione dell’indispensabile (questa sì) Saison d'Épeautre
Come il nome può facilmente far intuire, la birra di Natale di Blaugies chiamata La Moneuse Noël è ovviamente una versione “pompata” della Moneuse, la birra che il birrificio dedica all’antenato di famiglia Antoine-Joseph Moneuse, un bandito che nella seconda metà del diciottesimo secolo era noto per le violente scorribande con i propri compagni nella regione dell’Hainaut e che fu ghigliottinato nel 1798 in piazza a Douai. L’etichetta della Moneuse Noel altro non è che una rivisitazione di quella “standard”, con aggiunta di manto innevato e di un classico pupazzo di neve che tiene tra le “mani” una bottiglia di birra. La ricetta prevede tre tipi di malto, luppoli e la “cassonade”,  uno zucchero ricavato dalla barbabietola e dalla cristallizzazione di diversi sciroppi messi insieme. 
Si veste di color ambrato carico, ai confini del cosiddetto “tonaca di frate”, con intense sfumature rossastre;  forma un generoso cappello di schiuma compatta e cremosa, molto persistente.  E’ proprio dalla schiuma che emerge la delicata speziatura del lievito a suggerire l’atmosfera natalizia: sicuramente pepe, probabilmente coriandolo, forse anche zenzero. Tutt’intorno ci sono caramello, uvetta e prugna, pera, zucchero candito, ciliegia e una leggerissima asprezza che richiama frutti di bosco rossi.  Non si tratta di una “classica” natalizia belga, dolce ed avvolgente, calda, etilica, da abbinare (qui da noi) al solito panettone: Brasserie de Blaugies rimane fedele al suo spirito “campestre” o di “farmhouse” che dir si voglia: l’alcool (8%) è nascosto fin troppo bene, le bollicine sono vivaci e la scorrevolezza invita a bere e a ribere, piuttosto che a sorseggiare. Al palato biscotto, caramello, uvetta, miele e zucchero candito per un inizio dolce che viene poi bilanciato da un finale secco e leggermente amaro di scorza d’arancio, frutta secca e pane tostato, lievemente terroso. Non cercate in questa birra il classico “scaldino” per le serate più fredde, la Moneuse Noel di Blaugies è una (fedele?) rappresentazione di un Natale in una fattoria belga:  un accompagnamento rustico e ruspante ad una serata da vivere in compagnia tra canti e balli accompagnati da una birra appena un po’ “robusta” del solito ma ugualmente facile da bere e da compartire. Stavolta non avrete bisogno del divano per berla.
Formato: 75 cl., alc. 8%, scad. 12/2018, 5.14 Euro (beershop, Belgio).

NOTA: la descrizione della birra è basata esclusivamente sull’assaggio di questa bottiglia, e potrebbe non rispecchiare la produzione abituale del birrificio.

3 commenti:

  1. Dopo essermi innamorato della saison, per questo Natale mi sono procurato qualche bottiglia di questa Moneuse natalizia e dalla tua descrizione pare abbia fatto più che bene. Se non erro per il Natale 2015 hanno cambiato anche etichetta, però anche le mie bottiglie sono con quella classica.
    Comunque è un birrificio straordinario e ancora poco conosciuto secondo me.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un po' diversa dalle solite natalizie da panettone, ma è una bella bevuta per nulla impegnativa.
      Speriamo che Blaugies continui a restare poco conosciuto :) e lontano dal solito inflazionamento prezzi. La Saison d'Épeautre è meravigliosa.

      Elimina
  2. E' arrivata l'ora di andare a fare spese per Natale...

    RispondiElimina