mercoledì 3 dicembre 2014

Free Lions Big Zombie

Nuovo appuntamento con il birrificio Free Lions. Dopo la Maddeké IPA (7% ABV)  assaggiata qualche settimana fa, ecco quella che in qualche modo potrebbe considerarsi la sorella “leggermente” maggiore (7.4%) Big Zombie. L’etichetta stessa riporta la scritta “2 x IPA”. Se non erro è una novità 2014, essendo arrivata ad inizio anno ed essendo anche la prima produzione creata da Andrea Fralleoni assieme a Massimo Serra, che ha lasciato il vicino birrificio Turan per approdare, a Tuscania, alla corte di Free Lions. Si tratta di una IPA realizzata solamente con luppoli continentali: Admiral, Polaris e Mandarina.
L'aspetto non è il suo punto di forza; ambrato torbido, com riflessi ramati. Bisogna versarla in modo un po' aggressivo per generare un dito di schiuma biancastra, grossolana e poco persistente.  Il naso evidenza una buona freschezza ma poca intensità: resina, caramello, sentori di agrumi (mandarino) e di mango. La scarsa schiuma si traduce al palato in una birra (purtroppo) quasi piatta: il corpo è medio, con una consistenza quasi oleosa. Bandita al palato la parola "equilibrio"; questa Big Zombie è una IPA che oscilla tra due estremi: inizia muscolosa e molto dolce, ricca di caramello, biscotto, marmellata e frutta tropicale, per poi svoltare improvvisamente strada verso l'amaro resinoso, balsamico, enfatizzato dall'alcool che non si nasconde e richiama attenzione. 
La bevibilità è giocoforza limitata, la birra è intensa ma (forse volutamente?) rozza, priva di eleganza o grazia; discreto il livello di pulizia, penalizzata un po' dalle bollicine quasi assenti, chiude amara di resina e calda di alcool. 
Mi ha ricordato a tratti Lo Straniero, una collaborazione a sei mani tra Free Lions, Revelation Cat e Left Hand: altra birra molto muscolosa ed intensa, dove però c'era un senso compiuto, un passaggio progressivo dal dolce al molto amaro che invece non ho trovato in questa Big Zombie. Alla fondamentale domanda "la ricompreresti?", questa volta mi tocca rispondere di no. 
Formato: 33 cl., alc. 7.4%, IBU 65, scad. 29/11/2014, pagata 3.50 Euro (stand birrificio).

Nota: la descrizione della birra bevuta è basata esclusivamente sull’assaggio di questa bottiglia, e potrebbe non rispecchiare la produzione abituale del birrificio.

2 commenti:

  1. A giudicare dalla data di scadenza, questa bottiglia aveva quantomeno un anno abbondante sulle spalle! Potrebbe essere questo il motivo della defiance?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la bottiglia è senz'altro 2014 (prima non esisteva, da quanto ne so quest'anno), in bocca era senz'altro fresca, secondo me è anche un lotto molto recente, anche se non so quanti mesi dia Free Lions di scadenza.
      l'unico "difetto" che le imputerei era di essere quasi piatta.

      per il resto non parlerei di "defiance"... il fatto che non sia piaciuta a me e che l'abbia trovata molto sbilanciata non vuol dire che non possa invece piacere a tanti altri :)

      Elimina